E' uno dei problemi più frequenti con cui ha a che fare almeno il cinquanta per cento degli uomini tra i 45 e i 60 anni. Si tratta dell'andropausa o climaterio maschile, un fenomeno fisiologico che, sotto certi aspetti, è simile alla menopausa femminile. Ma con una differenza: la capacità dell'uomo di procreare rimane inalterata. I disturbi, sia fisici sia psicologici, legati all'andropausa sono dovuti ad un calo della produzione di testosterone, normale dopo i 40 anni. Vediamo quelli più comuni. Mancanza di desiderio sessuale Eiaculazione precoce Problemi d'erezione Depressione Mancanza di concentrazione Calo della memoria Apatia Insonnia Irritabilità e aggressività, ma solo in alcuni casi Tachicardia con conseguente sudorazione e spossatezza dovute all'indebolimento del cuore Osteoporosi perchè il testosterone, nel maschio adulto, è un ormone che svolge una funzione importante nel metabolismo delle ossa.