Anche i viaggi esotici e lontani possono rientrare tra le mete prescelte dai diabetici, senza problemi e difficoltá. Magari peró privilegiando, specie se siete insulino trattati, gli itinerari meno avventurosi.

L'insulina e gli altri farmaci
Senza lasciarvi perdere dal panico, ricordate sempre che se dovesse capitarvi di smarrire la valigetta con i medicinali, non c'é problema. Il diabete é tra le malattie piú diffuse nel mondo e i farmaci utilizzati per trattarla sono piú o meno gli stessi. Negli altri paesi puó essere diverso il nome commerciale ma non il principio attivo. L'insulina va conservata al fresco se si intende conservarla per molto tempo. Le dosi invece per una o due settimana possono essere conservate a temperatura ambiente, stando attenti a non esporla al sole. Se il vostro viaggio dura due settimane, portate con voi dosi d'insulina per tre settimane cosí da non correre rischi in caso di imprevisti. Tenetela sempre con voi, in borsa o nel bagaglio a mano.

In valigia non dimenticate antinfiammatori, integratori salini, disinfettanti, antibiotici e quello che vi serve per mantenere sotto controllo la glicemia (strisce reattive, pungidito), e ancora qualche fiala di glucagone, in caso di crisi ipoglicemica. Ricordatevi di informare il vostro compagno di viaggio sulle modalitá di utilizzo della stessa, qualora doveste perdere coscienza. La fiala va iniettata per via intramuscolare.

Rebecca Di Matteo