L'organizzazione prende avvio in primavera e sin dai primi giorni di aprile si comincia a fare il count down! Mare o montagna? Villaggio turistico o viaggio all'avventura? Aereo o treno? Si fanno mille telefonate, lunghe file agli sportelli delle agenzie di viaggi, si sfogliano decine di cataloghi dei migliori tour operator...

I preparativi 'pre vacanze' possono diventare un vero e proprio stress! Lo dimostrano numerose ricerche condotte dagli psicologi italiani che, addirittura, statistiche alla mano, danno i numeri: una coppia su tre scoppia, la crisi arriva durante il periodo estivo quando marito e moglie, liberi dal lavoro, trascorrono più tempo insieme, sette matrimoni su dieci vivono con preoccupazione l'avvicinarsi dell'estate e il 28% degli uomini, in vacanza, si sente trascurato dal resto della famiglia. Ma c'è di più.

Addirittura più del quaranta per cento degli intervistati teme di non riuscire a riposarsi come vorrebbe. Ed effettivamente per la maggior parte delle volte è proprio così... Perché troppo spesso lo stress da vacanze, fenomeno ormai riconosciuto a tutti gli effetti, è dovuto ad una rincorsa al divertimento, alla voglia frenetica di frequentare i luoghi più alla moda ma anche più caotici e affollati! In questo modo si perde di vista il significato delle ferie che dovrebbero rilassare e permettere di rigenerarci in vista di un nuovo anno lavorativo.

L'importanza del riposo non va sottovalutata. Non a caso molte delle malattie della pelle (tipo l'acne, la dermatite atopica o la psoriasi), tendono ad attenuarsi durante l'estate poiché, oltre agli effetti positivi delle radiazioni solari, la mente gioca un ruolo determinante mentre lo stress della vita quotidiana ne peggiora i sintomi.

Per ricaricare le batterie e tornare a casa pieni di energia basta tener presenti poche cose:

  • dormire almeno otto ore a notte per qualche giorno prima della partenza;
  • scegliere strutture alberghiere lontane dal caos e dal rumore;
  • portare sempre il cuscino 'preferito';
  • evitare di mangiare e bere sostanze a cui non si è abituati.

Buono a sapersi
A proposito dell'alimentazione, le raccomandazioni sono tante. Meglio fare il pieno di cibi ricchi di fibre e facilmente digeribili. Via libera alla frutta fresca ricca di fibre e di vitamine. Queste ultime sono molti importanti per il nostro organismo perché facilitano l'assorbimento di proteine, grassi e zuccheri. La vitamina A, inoltre, previene l'insorgere di malattie legate alla pelle, agli occhi, alle ossa ed ai denti. In più i sali minerali, contenuti in tutti i tipi di frutta, contribuiscono al buon funzionamento delle attività fisiologiche. In particolare calcio e fosforo salvaguardano la salute delle ossa, il ferro è utile per la formazione dei globuli rossi mentre il sodio e il potassio regolano l'equilibrio tra sali e liquidi. E' preferibile mangiare la frutta al giusto grado di maturazione perché maggiormente nutriente e digeribile.