Diarrea del viaggiatore dovuta alle diffuse e pericolose gastroenteriti, ma anche epatite A e B, tifo, febbre gialla, malaria e difterite sono solo alcune delle malattie che si possono contrarre nei Paesi esotici. Vaccinarsi, sottoporsi a terapie di prevenzione e rispettare precise regole igieniche è il modo migliore per non correre rischi.

Consigli utili

  • Prestate attenzione a ciò che mangiate e bevete perché molte patologie si nascondono proprio nel cibo e nell'acqua. Perciò, preferite sempre alimenti ben cotti, evitate insalate e cibi freddi, specialmente pesce e frutti di mare.
  • Non assaggiate niente dai venditori ambulanti.
  • Non bevete mai acqua del rubinetto, ma soltanto acqua minerale imbottigliata, da utilizzare anche per lavarsi i denti.
  • Evitate ghiaccio e gelati.
  • Consumate la frutta solo dopo averla lavata accuratamente e sbucciata.
  • Mettete sempre in valigia un antidiarroico e dei frementi lattici, perché la diarrea del viaggiatore è un disturbo molto frequente in cui si incorre nei viaggi all'estero.
  • Cominciate, prima di partire, ad assumere fermenti lattici per migliorare le difese dell'organismo In caso di diarrea del viaggiatore.
  • Bevete almeno tre litri d'acqua il giorno per reintrodurre i liquidi persi.
  • Reidratatevi con bevande ricche di sali e zuccheri. Oppure con integratori salini per gli sportivi. In farmacia esiste una vasta gamma di prodotti adatti a tutte le vostre esigenze.

Melinda Moccia
4 ottobre 2010