Circa sei italiani su dieci soffrono di mal di movimento o chinetosi (o cinetosi), ovverosia di mal d'auto, di aria, di mare. Pallore, nausea, vomito, sudorazione fredda, sonnolenza, abbondante salivazione, vertigini sono i sintomi dei cosiddetti disturbi da trasporto. Spesso causati da problemi del labirinto dell'orecchio, anche se non molto gravi.
Ad esserne maggiormente colpiti sono i bambini poichè il condotto uditivo esterno, il condotto, cioè, responsabile dell'equilibrio, si sviluppa intorno ai dieci anni. Può migliorare dopo i 15 - 20 anni; se persiste nell'adulto, colpisce quasi unicamente il sesso femminile.

L'origine del mal di viaggio può essere anche di natura psicosomatica: le persone ansiose, infatti, somatizzano così l'agitazione di intraprendere un viaggio. In questi casi possono essere utili dei leggeri sedativi a base di valeriana. Ipotensione e ipertensione possono provocare i disturbi da trasporto.

Rebecca Di Matteo