Farmacia.it - 9 settembre 2010 Secondo una ricerca condotta presso l´universitá di Oxford la vitamina B sarebbe in grado di ridurre, se non addirittura bloccare la progressione dell´Alzheimer. La riduzione dal 30 al 53% ´ avvenuta con alta dose di questa vitamina. 168 i pazienti - divisi in due gruppi - esaminati; al primo gruppo ´ stata somministrata ogni giorno una compressa con un´elevata dose di vitamine del gruppo B, acido folico, B6 e B12, per due anni. Al secondo invece un placebo. \"I risultati sono estremamente promettenti\", ha spiegato il dottor David Smith, un co-autore dello studio; si tratta infatti della prima ricerca che fa ben sperare e che potrebbe riscrivere la ricerca sulla patologia. Lo studio ´ stato pubblicato sulle pagine della rivista PloS One (Public Library of Science One).