Arrivano dall’Inghilterra cinque piccoli consigli per ritrovare subito il buon umore e ritrovare entusiasmo se si attraversa un periodo difficile.

A dettare cinque piccoli suggerimenti per ritrovare il buon umore e avvertire di nuovo un po’ di benessere se si attraversa un periodo di difficoltà, è Paul Dolan, docente alla London School of Economics che è anche un consulente del governo britannico pronto a dispensare consigli su come rendere la popolazione più felice.

Secondo quanto scrive Dolan sull’edizione on line del Telegraph, dopo un intervento all’Hay Festival, un evento letterario britannico, per ritrovare la felicità perduta basta riascoltare uno dei propri brani musicali preferiti, passare del tempo all’aria aperta, dare una mano a qualcuno, e buttarsi su un’esperienza o un interesse mai provati prima (e secondo alcuni studi bastano 5 minuti di corsa al giorno).

Il professore inglese ha spiegato che molte delle cose che viviamo, e che sembrano determinanti per la nostra felicità in realtà non lo sono: ad esempio essere promossi sul lavoro può essere un forte stimolo, ma spesso accade che la cosa ci sottragga sempre più tempo e ribalti la promozione in qualcosa di molto dannoso per il nostro buonumore (degli studi spiegano che esistono diversi tipi di felicità, e non una sola).

Inoltre, chiarisce Dolan, anche fare il giro del mondo può sembrare qualcosa di fantastico, salvo poi imbattersi nella sensazione di essersi allontanati per troppo tempo dai nostri cari. E sempre in tema di benessere, guadagnare molti soldi può sembrare appagante, sebbene non esistano certezze che confermino come avere più denaro ci renda più felici, anzi (il segreto della felicità è in un’equazione).

L’esperto di felicità ha consigliato infine di modificare le password dei nostri account in piccoli slogan motivazionali, come ad esempio “bastafumare” o “bastaspenderesoldi”. E ha ricordato che fare promesse pubbliche, prendere impegni davanti agli altri come voler perdere peso o smettere di bere, aiuta molto a tentare di restare fermi nei propri intenti