Realizzata in Messico la prima banca del latte in polvere, per la precisione a Gualajara capoluogo dello Stato di Jalisco dai ricercatori della locale università che hanno messo a punto un sistema diverso da quello normalmente utilizzato (pastorizzazione e congelamento) per essiccare il latte materno in maniera più efficace, garantendo un valore nutrizionale migliore ai bimbi che utilizzeranno la banca del latte e che ne permette la conservazione fino a sei mesi.

Il procedimento messo a punto dai ricercatori prevede che il latte venga spruzzato ed essiccato ad altissime temperature e in pochissimo tempo. In questo modo i ricercatori assicurano di riuscire a separare la parte umida da quella secca che contiene i nutrienti in maniera migliore. Da un litro di latte si ottengono mediamente 80-90 grammi di latte in polvere.Il sistema è ora in fase di brevettazione ma ha già superato test di controllo della qualita' da parte dell'Istituto per la nutrizione e gli alimenti funzionali del Quebec in Canada.
''Noi non pensiamo a uno sfruttamento industriale del brevetto - ha dichiarato la dottoressa Blanca  Aguilar Uscanga, uno dei principali ricercatori che hanno lavorato al progetto - ma vogliamo metterlo a disposizione degli altri ospedali che vogliono dotarsi di un impianto analogo per la conservazione del latte materno''.