Cavo orale: Ecco perché la lingua è bianca. Gli esperti rivelano che le cause possono dipendere da più fattori, spesso legati a disturbi di vario genere.
Secondo alcuni esperti odontoiatri, avere la lingua di un colorito biancastro è un segnale da non prendere sottogamba, poiché può essere legato da diversi disturbi (sos alitosi, ecco cosa fare) e fattori. Tra le principali cause rientrano la leucoplachia, il mughetto, e il lichen planus orale.
Di solito, spiegano gli esperti, ciò avviene perché, in presenza di un disturbo, i villi che ricoprono la lingua tendono a crescere, facendo apparire biancastra la mucosa. Anche se i principali disturbi che determinano questo fenomeno nel cavo orale (ecco i 10 cibi più pericolosi) sono la leucoplachia, il mughetto e il lichen planus orale.
La Leucoplachia, solitamente si manifesta attraverso la crescita anomala delle cellule del cavo orale (regole e consigli) che causa la formazione di macchie bianche all'interno della bocca e sulla lingua. Di per sé questo disturbo non è pericoloso, ma può segnalare l'insorgenza di una neoplasia. È, pertanto, fondamentale accertarne le cause al più presto, poiché in diversi casi la malattia si sviluppa quando la lingua è irritata. Colpisce soprattutto i fumatori, ma può essere associata anche al consumo di alcolici o essere dovuta a cause ignote.
Il Mughetto invece, noto come “candidosi orale” è una micosi, provocata dal fungo Candida albicans, e colpisce la mucosa orale. Si manifesta attraverso la presenza di formazioni biancastre, dall'aspetto e dalla consistenza del latte cagliato e può causare sia bruciore che problemi di masticazione. Colpisce soprattutto i bambini, gli anziani, i portatori di protesi dentali e le persone che possiedono un sistema immunitario debilitato. Ma la possibilità di contrarre il mughetto è più alta anche per i pazienti affetti da patologie respiratorie che utilizzano steroidi inalatori, per i diabetici e per le persone che hanno seguito una terapia antibiotica, questi medicinali, infatti, possono eliminare anche i batteri “buoni” presenti nella bocca. Per combattere l'infezione, oltre ai trattamenti farmaceutici, si consiglia di mangiare yogurt con fermenti lattici vivi, per ripristinare la flora batterica orale.
Infine c’è il Lichen planus orale, ovvero, una malattia infiammatoria di origine immunitaria che si manifesta, quando il sistema immunitario attacca le cellule della mucosa, riconoscendole come estranee. Si nota grazie alla presenza sulla lingua, di strisce biancastre simili ai licheni che crescono sugli alberi. Colpisce prevalentemente le donne, soprattutto quelle di età compresa tra 50 e 70 anni. Le cause potrebbero essere ambientali o legate alla familiarità, ma in diversi casi restano sconosciute. Spesso la malattia regredisce da sola, oppure attraverso l'impiego di farmaci cortisonici.

Pulizia della lingua: L'operazione di pulitura va effettuata in profondità poiché sono proprio le zone posteriori del dorso linguale a contenere il maggior numero di batteri. Bisogna però considerare che una pulizia troppo profonda potrebbe far insorgere una spontanea azione di rigetto. La pulizia si effettua facendo sporgere il più possibile la lingua dalla bocca e inserendo molto profondamente il pulisci lingua che va strofinato e fatto scorrere avanti indietro per circa un minuto.