Sarà che negli Stati Uniti d'America l'obesità è un 'epidemia che costa cara alle casse dello Stato, ma dopo una serie di stop, la Food and Drug Administration (Fda) ha dato il via libera al primo nuovo farmaco anti-obesità.


 La pillola Belviq (lorcaserina) è in grado di bloccare i segnali dell'appetito nel cervello, in modo da aiutare le persone a sentirsi appagate prima, dunque senza dover ingurgitare troppo cibo.


Tuttavia restano alcune limitazioni: può essere assunta soltanto da adulti con indice di massa corporea (Bmi) pari a 30 o superiore, o adulti con Bmi pari a 27 che hanno almeno un problema di salute correlato all'obesità, come ipertensione, diabete di tipo 2 o colesterolo alto. Inoltre, il farmaco deve essere interrotto dopo 12 settimane se il paziente non ha raggiunto la perdita di peso del 5%.