Gli amanti di bistecche, hamburger wurstel e compagnia bella, farebbero bene ad accontentarsi di metterli a tavola eccezionalmente, magari per il pranzo domenicale. Di sicuro dovranno imparare a seguire una dieta che contempli maggiori quantità di pescelegumi se intendono vivere a lungo.
 Mangiare ogni giorno carne rossa aumenta, infatti, di oltre il 20% la possibilità  di morire prematuramente per problemi cardiaci o di tumore. Per contro, frutta secca, pesce e carne bianca sono ingredienti miracoli per una vita longeva.


La ricerca che ha coinvolto oltre 120.000 pazienti d'altronde arriva niente poco di meno che dall'Università di Harvard.
"Lo studio ha fornito prove evidenti che il consumo regolare di carne rossa, specialmente se trattata (wurstel o bacon che contengono aggiunte di grassi saturi, sodio e nitrati) contribuisce sostanzialmente alla morte prematura", ha dichiarato il coordinatore dello studio Frank Hu, il quale illustrando gli esiti dello studio, ha specificato che sono state analizzate le abitudini alimentari di 37.698 uomini per 22 anni e di 83.644 per 28 anni.
I soggetti ogni 4 anni hanno risposto ad un questionario su cosa mangiavano e coloro che avevano assunto una porzione di carne rossa delle dimensione di "un mazzo di carte" hanno riscontrato il 13% in più di chance di morire di quanti non se ne nutrivano con la stessa frequenza. Percentuale che saliva al 20% in caso di carne lavorata.
 

Da tenere bene a mente che lo studio ha infine evidenziato che  se si predilige  frutta secca (ricca di grassi insaturi come gli Omega 3) il rischio di mortalità precoce scende del 19%, del 15% per chi mangia pollame e del 7 per cento per gli habituès del pesce, 10% coi legumi, 10% coi latticini magri, 14% con i cereali integrali.