E' bene non sottovalutare gli attacchi d'otite, una cura non adeguata può comportare, col trascorrere degli anni, la perdita parziale o addirittura totale dell'udito. Ci sono fattori che possono favorire l'insorgenza dell'infiammazione all'orecchio come la presenza nell'ambiente in cui si vive di fumo di sigarette, la mancata o insufficiente pulizia delle cavità nasali in caso di raffreddore. In caso di recidiva, a scopo preventivo, può essere somministrato un antibiotico a basso dosaggio tutti i giorni per il periodo invernale, in cui è più facile che il bambino o l'adulto che ne soffre può ammalarsi. Vanno asportate le tonsille e le adenoidi qualora queste diano problemi sin dall'infanzia. Sono numerosi gli studi che hanno dimostrato che esiste un rapporto diretto tra infezione adenoidea e otite media sierosa:le adenoidi cronicamente infette sarebbero un focolaio di infezione per l'orecchio. Come prevenzione viene consigliata anche la timpanostomia (o drenaggio trans-timpanico). L'intervento consiste nell'applicazione di "tubicini di drenaggio" nella membrana timpanica per consentire, anche se non in modo naturale, la ventilazione dell'orecchio medio, che non avviene più per mezzo delle tube di Eustachio, ostruite dal catarro cronico.