L’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus propone la campagna “C’è così tanto da vedere”, un evento organizzato appositamente per la prevenzione della cecità (informazioni utili sulle malattie degli occhi) che si terrà dal 6 al 12 marzo in ben 70 città italiane. Sarà possibile effettuare visite gratuite o consultare gazebo informativi.

Glaucoma: la patologia provoca un danno progressivo
“La malattia per la sua diffusione è tra le patologie che rivestono un particolare interesse sociale – spiega il professor Mario Stirpe, presidente dell’IRCCS ‘G.B. Bietti’ per lo Studio e la Ricerca in Oftalmologia Onlus –. È una malattia insidiosa perché per molto tempo non dà segno di sé, pur provocando un danno progressivo. La prevenzione assume così una particolare importanza, poiché la patologia scoperta in tempo può essere messa in grado di non progredire”.
“In Italia sono circa un milione le persone malate di glaucoma e solo la metà ne è a conoscenza – spiega il presidente della IAPB, Giuseppe Castronovo-. Il glaucoma è una malattia che, se diagnosticata in tempo utile, può essere curata e controllata. Una semplice visita oculistica è sufficiente a diagnosticare un glaucoma in fase iniziale o ancora non grave”.
A tal proposito l’associazione IAPB ha deciso di mettere in campo le tante iniziative che vedranno coinvolte le principali città italiane, da Roma a Firenze, passando per Napoli, Catania, Reggio Emilia e Bari, oltre a tanti piccoli comuni dove, in piazza, sarà possibile sottoporsi a visite gratuite preventive o ricevere tutte le informazioni utili. Check-up oculistici, conferenze informative e distribuzione di opuscoli, dunque, per tutta la settimana, con la possibilità di sottoporsi a un controllo gratuito, che include la misurazione della pressione dell’occhio, che si svolgerà in molte città a bordo di Unità mobili oftalmiche – speciali camper attrezzati – e in alcuni ambulatori oculistici.    
Il glaucoma (combattilo con il vino e la cioccolata) precisano gli esperti è una malattia che colpisce il nervo ottico e nella maggior parte dei casi è dovuta a un aumento della pressione interna dell’occhio che causa, nel tempo, danni permanenti alla vista (dalle staminali nuove speranze contro la cecità). Tuttavia, la frequenza della patologia, pur non essendo esclusiva dell’anziano, aumenta progressivamente con l’avanzare dell’età. E’ importante dunque pensare alla prevenzione come un mezzo che può nell’eventualità aiutare la persona che riscontra gli stadi iniziali della malattia, a curarsi per tempo.
Inoltre, per trovare il punto più vicino dove effettuare le visite, basta semplicemente collegarsi all’indirizzo www.iapb.it/settimanaglaucoma