Ritorna l'ora solare ed il nostro organismo fa fatica a restare al passo con i cambiamenti causati da un così rapido mutamento, essendo ancora sintonizzato sulle condizioni di luce e temperatura estive. Anche se il risultato immediato è quello di dormire un'ora in più la conseguenza di questo mini jet-lag, per moltissime persone, è più difficile da assorbire di quando si rientra nell'ora legale. 

Secondo un'indagine realizzata dalla Strive Insight e commissionata dalla Philips su di un campione di 600 persone definito rappresentativo della popolazione italiana.Un terzo degli intervistati lamenta una scarsa qualità del sonno tutto l'anno che aumenta fino al 48% in concomitanza del cambio dell'ora, a soffrirne sono maggiormente le donne ed i soggetti più giovani con età compresa tra 25 e 34 anni. Come già detto i sintomi sono più evidenti al cambio autunnale, infatti il 56% riferisce almeno un effetto collaterale è il 56% al ritorno all’ora solare, mentre il 51% per il passaggio all'ora legale.

I sintomi più frequenti sono:

  • calo di energie e relativo senso di stanchezza,
  • senso di sonnolenza durante il giorno
  • difficoltà nella concentrazione.

Il ritorno all’ora solare, rispetto all’ora legale, causa invece:

  • maggiore irritabilità (il 27% vs il 19%)
  • sbalzi di umore (il 26% vs il 20%)
  • senso di depressione (il 26% vs il 16%)

Responsabili di questi sintomi specialmente della depressione sono il cambiamento climatico e la diminuzione delle ore di luce. Tra gli effetti collaterali più frequenti per il ritorno all'ora solare vi sono: 

  • difficolta di risveglio al mattino (34%)
  • difficoltà ad addormentarsi (30%)

Secondo l'indagine Strive Insight per Philips gli italiani, pur non ricorrendo al consulto di un medico, cercano di vincere questi sintomi adottando diversi accorgimenti per curare e prevenire questi disturbi, intervendo sui propri stili di vita consumando meno caffè ed alcolici, cercandi di regolare meglio le proprie ore di sonno e seguendo una dieta leggera nelle ore serali.

Un altro espediente adottato è quello di diluire il cambio d'ora gradualmente 10 minuti al giorno in maniera da livellare il cambio in meno di una settimana.