Era il codice sanitario relativo alla 'asportazione o demolizione locale di lesione o tessuto cutaneo e sottocutaneo,mediante crioterapia con azoto liquido'; oggi a tale prestazione corrisponde il codice 86.30.1. La crioterapia è una tecnica basata sul raffreddamento con azoto liquido. É utilizzata per il trattamento o l'eliminazione di lesioni superficiali della pelle di varia natura (ad esempio verruche,angiomi,ecc.),in alternativa alla chirurgia ed alla radioterapia (uso delle radiazioni a scopo terapeutico) solo in quei casi in cui tali tecniche di tipo più tradizionale non risultino applicabili (ad esempio perché il paziente è ad elevato rischio chirurgico o ha un'età superiore a 70-72 anni) o siano rifiutate dal paziente. La crioterapia sfrutta il fatto che a temperature estremamente basse (inferiori a -20°C) seguite da lento scongelamento,i tessuti subiscono uno shock termico,caratterizzato da vari processi (denaturazione delle proteine,disidratazione cellulare,danno alle membrane cellulari,ecc.) cui consegue la morte cellulare.