Alterazione dell'equilibrio psicologico,che spinge a mangiare sostanze non commestibili (rifiuti,gesso,capelli,vernici,ecc.) a seguito di un'anomalia della sensazione del gusto. Frequente nei bambini,in alcuni casi è legata alla carenza di alcune sostanze (solitamente il ferro) nell'organismo. Si consiglia di consultare uno specialista in pediatria.