Sono tutte quelle infezioni trasmesse attraverso i rapporti sessuali,soprattutto quelli non protetti. La trasmissione avviene da un soggetto portatore ad un soggetto sano. Possono essere asintomatiche (cioè non provocano particolari sintomi),sia nella donna sia nell'uomo; spesso per questo motivo si ritarda la diagnosi. Le malattie sessualmente trasmissibili più diffuse sono: la sifilide (malattia infettiva contagiosa,che si può trasmettere anche al feto; si trasmette per contatto diretto,più frequentemente sessuale,ma anche attraverso lesioni della pelle e delle mucose),la gonorrea (infezione che si contrae per contatto sessuale; è causata dal germe gonococco) ed il granuloma venereo (malattia infettiva che si trasmette per via sessuale e si manifesta con una piccola ulcerazione,successiva ad un gonfiore delle ghiandole presenti nell'inguine). La trasmissione di malattie sessuali avviene anche attraverso altre infezioni,tra cui: uretriti (infiammazione dell'uretra,il canale che porta l'urina dalla vescica urinaria all'esterno del corpo; le cause che la determinano sono prevalentemente di origine batterica e provengono da un'infiammazione della vescica o dall'ambiente esterno),herpes genitalis (infezione della pelle e delle mucose degli organi genitali dovuta al virus Herpes simplex),condilomi (verruche visibili localizzate ai genitali; nell'uomo si tratta di escrescenze formate dalla riproduzione delle cellule del tessuto di rivestimento di pube,pene,uretra o testicoli e provocata del virus Papilloma Umano),scabbia (malattia della pelle dovuta alla presenza nella pelle dell'acaro Sarcoptes scabiei),pediculosi (malattie della pelle dovute alla presenza di pidocchi),infezioni delle vie genitali da Candida (candidosi) e Trichomonas (tricomoniasi),epatite virale (grave stato infettivo del fegato) ed A.I.D.S. (A.I.D.S. è l'abbreviazione di sindrome di immunodeficienza acquisita; si tratta di una malattia causata dall'infezione del H.I.V e che provoca un progressivo peggioramento delle difese immunitarie,cui consegue lo sviluppo di infezioni collaterali che possono risultare anche fatali). Indispensabile visita infettivologica.