La fonte di energia da cui l'organismo attinge è rappresentata dalla demolizione di sostanze introdotte attraverso gli alimenti. L'energia che si ricava da questo processo di combustione,è utilizzata dall'organismo per l'attività di natura meccanica (movimento,esercizio muscolare di natura elettrica (la conduzione dell'impulso nelle fibre nervose di natura chimica (per i processi di sintesi,per es. quelli che danno luogo alla formazione di glicogeno a partire dal glucosio). La produzione di calore del corpo umano,in condizione di riposo,è direttamente proporzionale all'energia spesa dall'organismo per l'espletamento di tutte le funzioni fisiologiche; quindi dalla conoscenza delle calorie consumate,si può dedurre lo stato di efficienza del corpo. Tenendo un individuo in uno stato di massimo rilassamento fisico e mentale,digiuno da almeno 14 ore e in un ambiente a temperatura favorevole,tutto il calore che verrà prodotto dal corpo sarà il riflesso delle reazioni chimiche che si svolgono nelle cellule. Quindi,al numero di calorie consumate durante quei meccanismi di ricambio in un individuo in condizioni basali,viene dato il nome di metabolismo basale. Esso varia dall'età e dal sesso di un individuo. A seconda dell'attività svolta,ogni individuo consuma altre calorie,che sommate a quelle utilizzate dall'organismo in condizione basale,determinano il fabbisogno calorico giornaliero. Utile l'opinione del nutrizionista per la determinazione dietologica delle calorie.