Intervento chirurgico all'utero. L'isteroscopia è un esame strumentale ultraspecialistico che consente di "guardare" all'interno dell'utero,utilizzando un particolare strumento (isteroscopio). L'isteroscopia diagnostica,in particolare,è finalizzata all'accertamento di un'eventuale malattia dell'utero. L'isteroscopia operativa,invece,è un intervento chirurgico che segue generalmente una diagnosi posta tramite isteroscopia diagnostica. Per eseguirla si utilizzano particolari strumenti,detti resettoscopi,che sono collegati tramite telecamera ad un monitor e ad una fonte termica (cioè di calore). Il medico può seguire agevolmente l'intervento direttamente sul monitor. La fonte termica è il mezzo necessario per l'asportazione dei tessuti malati. Si tratta di una tecnica molto precisa e mirata. E' possibile,infatti,asportare un tessuto da analizzare senza danneggiare il tessuto sano circostante e curare malattie della parte interna dell'utero senza dover aprire l'utero (laparotomia). E' una tecnica che provoca traumi minimi alla paziente,che,infatti,già dopo due ore dall'intervento può alzarsi,mangiare e svolgere le sue attività abituali. Il tutto senza che sia alterata la sua fecondità.