É una forma di gestosi (malattia collegata con la gravidanza,che scompare con il finire della gravidanza stessa) che può comparire negli ultimi mesi di gravidanza. L'eclampsia è caratterizzata da crisi convulsive (contrazioni brusche ed involontarie dei muscoli),perdita della coscienza e,nei casi più gravi,coma (perdita della coscienza,delle funzioni motorie e della sensibilità,ma con conservazione delle funzioni vegetative,ovvero respirazione,pressione ed attività del cuore). Inoltre,può essere accompagnata da ipertensione arteriosa (aaumento della pressione oltre i valori normali),edemi (gonfiori),albuminuria (presenza di albumina nel sangue) e oliguria (riduzione della produzione e della escrezione di urina nelle 24 ore). I primi sintomi sono male e senso di peso alla testa,disturbi della vista,mal di stomaco,vomito. Le convulsioni generalmente iniziano con contrazioni dei muscoli della faccia che poi si estendono a tutto il corpo; il corpo è attraversato da scosse,il respiro è affannoso e frequente. Può seguire lo stato di incoscienza. A causa di questa forma di gestosi,la placenta può andare incontro a notevoli alterazioni che possono avere conseguenze sul feto. Anche per la gestante l'eclampsia è pericolosa per le alterazioni a carico dei principali organi che può provocare. É utile visita ginecologica e,nei casi più gravi,ricovero in ospedale.