I dosaggi ormonali consistono nel misurare la quantità di ormoni presenti nel sangue,per stabilire se le ghiandole che li producono (ipofisi,tiroide,ecc.) funzionano bene o meno. Tramite i dosaggi ormonali è possibile individuare squilibri ormonali che possono causare infertilità. A tale scopo si seguono soprattutto i dosaggi di FSH,LH,estradiolo (17-beta-estradiolo,E2),prolattina,progesterone,TSH,T3 e T4,FT3 ed FT4,testosterone totale,testosterone libero,delta-4-androstenedione,DHEA-S. E' importante che i risultati dei dosaggi ormonali siano interpretati da medici qualificati per ciò,per vari motivi. Anzitutto esistono varie unità di misura,non sempre facilmente convertibili una nell'altra. In secondo luogo il cosiddetto "valore di riferimento" o "valore normale" può variare da laboratorio a laboratorio,quindi un risultato che per un laboratorio è normale può non esserlo per un altro. Inoltre,il valore normale consiste in un intervallo di valori e non un solo valore; dunque,per capire se il proprio valore rientra nella norma bisogna sapere come procedere. Infine,bisogna tenere conto che il risultato di un'analisi può variare per vari motivi (ad esempio l'ora del giorno in cui è stato fatto il prelievo).