La TAC (Tomografia o Stratigrafia Assiale Computerizzata) è una metodica diagnostica molto sensibile che sfrutta i raggi X per ricostruire immagini tridimensionali grazie al computer. Indispensabile per esaminare cranio e cervello,la TAC è molto utile anche per visualizzare zone profonde del corpo ed organi spessi (fegato,pancreas,polmoni,reni). Il principio su cui si basa la tomografia,analogamente al caso della radiografia "classica",è che le strutture di un organismo assorbono i raggi X in modo diverso. Quelle più dense (ad esempio le ossa) assorbono la radiazione più facilmente di quelle meno dense (ad esempio la pelle,i polmoni,ecc.) e la parte di radiazione non assorbita (che,cioè,ha attraversato i tessuti) può essere "raccolta" su una lastra fotografica. Si ottiene,così,la radiografia,vale a dire un'immagine in "bianco e nero" in cui i tessuti più densi appaiono chiari e quelli meno densi appaiono scuri,con diverse sfumature di grigio. Nel caso della radiografia il paziente assume una posizione indicatagli dall'operatore,che invia i raggi X sulla parte del corpo da esaminare e "scatta" le fotografie,mentre nel caso della tomografia la sorgente di radiazione ruota intorno al paziente (si tratta di un "tubo" in cui è introdotto il paziente) che è disteso su un lettino. In questo modo si possono scegliere diverse sezioni e angoli di vista,vale a dire si ottengono immagini migliori e più dettagliate. Nel tubo che circonda il paziente c'è un sistema che misura l'intensità dei raggi X,dopo che questi hanno attraversato i tessuti. I dati raccolti sono trasmessi al computer,che li rielabora e in poco tempo fornisce le immagini (in bianco e nero) di parti del corpo sezionate (vale a dire esaminate come se gli organi ed i tessuti fossero stati tagliati a fette). La TAC è utilizzata anche come guida per il prelievo di tessuti da sottoporre a successiva analisi (agobiopsia),particolarmente degli organi molli situati nell'addome. Poiché la dose di radiazioni utilizzata è abbastanza elevata,è sconsigliabile per i bambini a meno che non sia indispensabile. Solitamente,infatti,segue l'ecografia (indagine che,utilizzando ultrasuoni,è praticamente innocua),quando è necessario acquisire ulteriori informazioni utili alla diagnosi. La TAC è un esame indolore. La durata dipende dalla parte del corpo esaminata (mediamente da quindici a quaranta minuti). In alcuni casi è necessario che il paziente assuma un particolare materiale che funge da mezzo di contrasto,vale a dire che rende "visibili" ai raggi X strutture,che altrimenti,da sole,non lo sarebbero.