La radiografia è un esame diagnostico che sfrutta i raggi X (radiazioni). Può essere usata per il controllo delle derivazioni liquorali,che sono dei particolari sistemi,che vengono inseriti nel cranio dei soggetti con idrocefalia (che letteralmente significa 'acqua all'interno della testa'). L'idrocefalo è una malattia in cui i ventricoli cerebrali (cavità del cervello) e l'interno della cavità cranica presentano una quantità superiore alla norma di liquido cefalorachidiano (liquido che si trova negli spazi all'interno ed intorno al cervello e al midollo spinale). Alcune volte l'idrocefalo è presente già alla nascita (forme congenite) a causa dell'ostruzione o del blocco dei canali attraverso i quali passa il liquido cefalorachidiano. L'idrocefalo fa aumentare la pressione all'interno del cranio,con irrimediabili conseguenti danni al cervello,spesso incompatibili con la vita. La terapia è chirurgica e le derivazioni liquorali sono un modo di eseguirla. S'impianta all'interno del cranio un sistema costituito da un tubo di silicone che consente lo sfogo all'esterno del liquor accumulato dal sistema ventricolare cerebrale,con flusso regolato da una valvolina. Questo trattamento non porta alla guarigione,ma risolve transitoriamente il problema.