E' l'esame ai raggi X (radiazioni) delle strutture toraciche. Le strutture toraciche sono: la gabbia toracica con le coste,i polmoni e le pleure (membrane di rivestimento dei polmoni e della gabbia toracica),i grandi vasi sanguigni del mediastino (la regione compresa tra le due pleure,destra e sinistra,che rivestono il torace),il cuore ed il piccolo circolo (il percorso cuore-polmoni-cuore compiuto dal sangue che deve essere ossigenato). La radiografia del torace è un'indagine molto usata perché è veloce e perché si presta a numerosissime applicazioni cliniche (dolore toracico,difficoltà respiratoria,sospetto problema cardio-vascolare,preparazione d'interventi chirurgici,ecc.). L'esame non è doloroso né fastidioso. La durata media è 10 minuti. Non è necessaria alcuna preparazione da parte del paziente. Se è possibile,il paziente deve assumere una posizione eretta con dei particolari atteggiamenti,indicatigli dall'operatore e tali da far pervenire i raggi X,inviati dallo strumento,sulla parte del corpo in osservazione. Le strutture di un organismo assorbono i raggi X in modo diverso. Quelle più dense (ad esempio le ossa) assorbono la radiazione più facilmente di quelle meno dense (ad esempio la pelle,i polmoni,ecc.) e la parte di radiazione non assorbita (che,cioè,ha attraversato i tessuti) può essere "raccolta" su una lastra fotografica. Quello che si ottiene è la radiografia,vale a dire un'immagine in "bianco e nero" in cui i tessuti più densi appaiono chiari e quelli meno densi appaiono scuri,con diverse sfumature di grigio. La radiografia è esaminata dal medico radiologo,che valuta l'opportunità di approfondire il caso con altri esami radiologici più accurati (ad esempio una TAC) o di altro tipo (ad esempio gli esami broncologici).