Immagine diagnostica ottenuta mediante l'impiego di ultrasuoni emessi da una sonda. Vengono emesse onde da un'altra frequenza riflesse poi dalle interfacce dei tessuti colpiti. Il movimento della sonda può essere manuale o elettronicamente programmato (a scansione). Quando l'immagine ricavata riguarda unicamente ciò che risulta visibile sui piani verticali ed orizzontali si parla di ecografia bidimensionale mentre quando sono visibili immagini riguardanti anche il piano sagittale (rotatorio) si parla di ecografia tridimensionale. In questo caso è eseguita sui neonati.