L'ecografia delle linfoghiandole superficiali (collo,ascelle,ecc.) è un esame radiologico eseguito con gli ultrasuoni. Gli ultrasuoni sono particolari onde sonore che l'orecchio umano non è in grado di percepire. L'ecografia sfrutta il fatto che,quando un fascio di ultrasuoni colpisce un oggetto,torna indietro (è riflesso) e può essere rilevato. L'apparecchio utilizzato è formato da un computer,da un monitor e da una sonda ecografica,che è uno strumento piccolo quanto una saponetta,che si tiene in una mano ed è collegato all'apparecchio attraverso un cavo. La sonda emette le onde sonore e rileva i suoni di ritorno (eco). Il computer li rielabora e si ottengono,così,sul monitor,immagini della parte del corpo studiata. L'ecografia è utile per studiare alcuni tipi di linfonodi (le strutture del nostro corpo che producono i linfociti,globuli bianchi che svolgono un ruolo molto importante nel sistema immunitario),particolarmente quelli che si trovano nel collo (stazioni sovraclaveari,laterocervicali e sottomandibolari). Frequente è il ricorso all'ecografia per eseguire la cosiddetta agobiopsia linfonodale ecoguidata,vale a dire il prelievo di un frammento di tessuto dei linfonodi con la tecnica dell'agoaspirato (prelievo per aspirazione di un tessuto o di un liquido dell'organismo). Il materiale prelevato è sottoposto ad esame istologico (studio dell'insieme delle cellule che lo costituiscono) per chiarire ogni dubbio sul tipo di lesione (danno presente nell'organismo) e decidere qual è la migliore terapia da seguire. Il supporto dell'ecografia consente di eseguire il prelievo con massime accuratezza e sicurezza possibili. L'agobiopsia linfonodale è eseguita in caso di linfoma (tumore maligno del sistema linfatico,che è l'insieme degli organi del nostro corpo che producono i linfociti) per stabilirne il tipo e lo stadio. La durata ed il tipo della terapia,infatti,sono diversi nei due casi possibili di linfoma (linfoma Hodgkin e linfoma non Hodgkin) e nei vari sottotipi di linfoma non Hodgkin. A volte è necessario ricorrere anche alla biopsia di altri organi,soprattutto il midollo emopoietico (organo produttore delle particelle del sangue),per stabilire il più precisamente possibile la diffusione del linfoma nell'organismo o per effettuare la stadiazione (grado di avanzamento) del linfoma stesso. L'ecografia dei linfonodi è un esame non invasivo,né pericoloso,né doloroso e che dura poco.