Particolare tipo di ecocardiogramma (ecografia del cuore),che,mediante la codifica del colore ("color"),fornisce in tempo reale un tracciato bidimensionale ("2D") indicativo dell'attività del cuore e delle sue caratteristiche strutturali. Questa metodica sfrutta anche un fenomeno fisico chiamato l'effetto Doppler (si tratta,infatti,anche di un'ecocolordoppler vascolare). L'ecocardiografia o ecocardiogramma è una metodica diagnostica che permette la visualizzazione della struttura del cuore. Per ottenere le immagini viene impiegata l'energia di un fascio di ultrasuoni,che sono onde sonore a frequenze elevatissime,non udibili dall'orecchio umano. Essi sono emessi da sonde (cioè degli speciali "tubi" usati in medicina) e sono diretti contro le strutture del cuore. Colpendole,sono riflessi (vale a dire tornano indietro) e raccolti dalla sonda stessa. La rielaborazione al computer delle onde riflesse raccolte fornisce informazioni sulle varie componenti del cuore (atrii,ventricoli,valvole). L'effetto Doppler consiste nel fatto che se si dirige verso un corpo in movimento un suono,questo rimbalza,generando un suono diverso (il cosiddetto suono riflesso) le cui caratteristiche dipendono dalla velocità del corpo in movimento. Ciò è sfruttato per lo studio delle malattie del cuore e dell'apparato circolatorio,con una metodica chiamata esame Doppler. Se,ad esempio,un fascio di ultrasuoni colpisce un vaso sanguigno (cioè una vena od un'arteria),si ottiene un insieme di ultrasuoni di ritorno con caratteristiche dipendenti dalla velocità e alla direzione con cui il sangue scorre in questi vasi. In pratica,sfruttando l'effetto Doppler,si possono ottenere importanti informazioni sul movimento delle pareti del cuore. L'ecocardiografia colordoppler è particolarmente indicata per lo studio dei flussi di sangue nelle cavità del cuore e attraverso le valvole cardiache (che sono dei dispositivi presenti nel cuore che garantiscono che il sangue scorra in un unico verso e non possa tornare indietro). E' utilizzata,infatti,soprattutto per lo studio delle valvulopatie (che sono le malattie delle valvole cardiache),delle cardiomiopatie (ovvero le malattie del cuore) e della cardiopatia ischemica (una malattia determinata da un'insufficiente circolazione di sangue all'interno delle coronarie,che sono le arterie che nutrono il muscolo cardiaco). Indispensabile è il contributo che offre questa tecnica in caso di cardiopatie congenite (cioè malattie del cuore presenti sin dalla nascita) sia del bambino sia dell'adulto; inoltre,può fornire indicazioni definitive circa i tempi e le modalità degli interventi chirurgici da eseguirsi per la correzione delle valvulopatie. E' un esame innocuo ed indolore,che dura circa 30-40 minuti.