E' l'uso dell'ecografia per effettuare prelievi di cellule e tessuti o particolari manovre terapeutiche. L'ecografia è una tecnica basata sull'uso di ultrasuoni (particolari onde sonore che l'orecchio umano non è in grado di percepire). Si sfrutta il fatto che,quando un fascio di ultrasuoni colpisce un oggetto,torna indietro (è riflesso) e può essere rilevato. L'apparecchio utilizzato è formato da un computer,da un monitor e da una sonda ecografica,che è uno strumento piccolo quanto una saponetta,che si tiene in una mano ed è collegata all'apparecchio attraverso un cavo. Il medico,dopo aver messo un po' di gelatina sul corpo del paziente nella zona da studiare vi appoggia la sonda,che rileva i suoni di ritorno (eco) ed ottiene immagini sul monitor in tempo reale. Nel caso particolare dell'ecografia interventistica le immagini sono utilizzate per localizzare con precisione un punto in cui bisogna effettuare il prelievo di un tessuto di natura sospetta,per poi sottoporlo ad un esame al microscopio allo scopo di effettuare la diagnosi. Ciò è detto biopsia ecoguidata. Alternativamente,le immagini ecografiche sono utilizzate come guida per eseguire particolari operazioni,come drenaggi (che sono procedure con cui si fanno fuoriuscire da una cavità del corpo dei liquidi) od interventi su tumori,come nel caso della termoablazione (che è una tecnica che sfrutta una corrente elettromagnetica come fonte di calore per eliminare una massa tumorale) o dell'alcolizzazione (che è l'eliminazione di un tumore effettuata attraverso un'iniezione di alcol assoluto,che ne "uccide" le cellule) dei tumori del fegato.