Prelievo di una frazione di tessuto di una cisti ovarica. É eseguito per studiare al microscopio la natura della cisti. Le cisti ovariche sono dilatazioni delle cavità dell'ovaio. Solitamente sono legate ad alterazioni ormonali del ciclo mestruale e,pertanto,possono essere facilmente curate. Alcune volte,però,derivano da alterazioni delle cellule dell'ovaio e devono essere trattate chirurgicamente,perché potrebbero degenerare in un tumore maligno. Pertanto,è molto importante distinguere tra il primo caso (cisti ovariche funzionali) dal secondo (cisti ovariche organiche). Nella maggior parte dei casi è sufficiente eseguire un'ecografia (esame medico basato sulla rilevazione delle "onde di ritorno" prodotte da ultrasuoni,che sono onde sonore non percepibili dall'orecchio umano per i casi dubbi si utilizzano i markers tumorali (specifiche sostanze presenti in un organismo affetto da un tumore) o la biopsia (prelievo di un pezzetto di tessuto da sottoporre ad esame al microscopio). L'agoaspirazione è una particolare biopsia,che permette di rimuovere,aspirandolo,un piccolo frammento di tessuto. Il materiale prelevato è sottoposto ad esame istologico (studio dell'insieme delle cellule che lo costituiscono) per chiarire ogni dubbio sul tipo di lesione (danno presente nell'organismo) e decidere qual è la migliore terapia da seguire.