E' un esame di laboratorio eseguito per la diagnosi del malassorbimento (particolarmente la celiachia). Valori normali: xilosuria (xilosio nelle urine) dopo 5 ore maggiore di 4 g/dl,xilosemia (xilosio nel sangue) dopo 2 ore maggiore di 0,25 g/dl. Alcune malattie possono provocare una riduzione della capacità di assorbimento (malassorbimento) di una o più sostanze nutritive (carboidrati,grassi,vitamine,ecc.) da parte dell'intestino tenue. Ciò può verificarsi in seguito all'alterazione proprio del meccanismo dell'assorbimento o può essere la conseguenza di disturbi della digestione. Tra tali enteropatie (malattie intestinali) c'è la celiachia,in altre parole l'intolleranza alla gliadina,un costituente del glutine che si trova nelle farine e nei cereali. Per la diagnosi si può eseguire la prova da carico allo xilosio,uno zucchero che,in condizioni "normali" è assorbito completamente dalla mucosa dell'intestino. Come si esegue il test? Si somministrano 25 mg di xilosio disciolti in 500 ml di acqua e si raccolgono le urine delle successive 5 ore. Un soggetto normale assorbirà abbastanza xilosio da poterne eliminare almeno 5 g. Poiché una ridotta escrezione di xilosio può dipendere da scarsa idratazione il paziente è invitato a bere 1 litro d'acqua nel periodo di raccolta delle urine. Il livello normale di xilosio sarà dunque di 40 mg/dl.