E' possibile essere esentati dal pagamento del ticket per le visite specialistiche,per gli esami di laboratorio e di diagnostica strumentale e per prestazioni di fisioterapia. Ciò avviene se si appartiene ad una delle seguenti categorie: 1) bambini di età inferiore a 6 anni; 2) disoccupati e loro familiari a carico (con reddito annuo inferiore a 8.263 euro,se singoli; inferiore a 11.362 euro se con coniuge a carico,aumentato di 516 euro per ogni figlio a carico 3) per gli studenti maggiorenni certificato di iscrizione al corso di studi,per poter conservare,fino al 26° anno d'età,la posizione assicurativa a carico del genitore (il figlio è considerato familiare a carico se possiede un reddito personale inferiore e euro 2.840,51 4) cittadini con età superiore ai 65 anni appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore ad euro 36.154; 5) cittadini pensionati con età superiore a 60 anni con reddito annuo inferiore a euro 8.263,31,se singoli; inferiore a euro 11.362 se con coniuge a carico,aumentato di euro 516,42 per ogni altro familiare a carico (possono usufruire dell'esenzione del pagamento ticket anche i familiari a carico 6) cittadini titolari di pensione sociale o di assegno sociale ed i loro familiari appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo inferiore a euro 8.263,31 per il singolo; inferiore a euro 11.362 se con coniuge a carico; incrementato di euro 516,42 per ogni familiare a carico; 7) grandi invalidi per servizio o del lavoro; 8) invalidi di guerra; 9) invalidi civili al 100% o con invalidità superiore ai 2/3; 10) invalidi di lavoro con invalidità superiore ai 2/3; 11) i cittadini affetti da malattie particolari,malattie tumorali od in attesa di trapianto d'organo sono esenti dal pagamento del ticket per le prestazioni che riguardano tali malattie; 12) alle donne in stato di gravidanza viene riconosciuta l'esenzione per le prestazioni specialistiche,di diagnostica strumentale e di laboratorio secondo quanto previsto da uno specifico protocollo. Per usufruire dell'esenzione: 1) per visite specialistiche rispetto all'età e ai limiti di reddito,è sufficiente l'autocertificazione su ogni richiesta; i controlli vengono effettuati dalla Guardia di Finanza; 2) per malattia,invalidità o trapianto d'organo occorre presentare all'Unità operativa di medicina di base del Distretto sanitario di residenza,la dichiarazione del medico specialista di una struttura pubblica che certifichi la malattia oppure la documentazione che attesti la condizione d'invalidità e la tessera sanitaria; per le donne in stato di gravidanza occorre che il medico curante indichi il diritto all'esenzione sulla richiesta di prestazione.