La devitalizzazione,o terapia canalare,è l'asportazione del nervo malato o esposto,cioè del tessuto vascolo-nervoso che si trova nel cuore del dente. Una volta effettuata l'asportazione,si introduce una pasta asettica. Questa operazione è eseguita in anestesia locale. Nel caso di una polpa ancora vitale l'asportazione viene praticata con un tiranervi. Quindi si passa alla pulizia utilizzando "strumentini" che allargano e grattano i canali del dente. L'otturazione si effettua con pasta asettica e coni di guttaperca,un materiale gommoso che sigilla perfettamente il canale fino all'apice. Dopo l'otturazione,è importante che il canale sia ben chiuso fino in fondo. Per questo,prima di procedere alla devitalizzazione,è indispensabile esaminare accuratamente,attraverso una radiografia,l'area occupata dalla carie e dai canali. Una seconda radiografia dovrà essere fatta dopo l'otturazione per controllare la chiusura del canale. Attenzione: una chiusura imperfetta dei canali può provocare un granuloma (neoformazione benigna,che si forma sotto l'apice del dente per un'infezione al suo interno).