Disordine dei movimenti dovuto a rigidità dei muscoli ed a contrazioni involontarie e ripetute (spasmi) dei muscoli scheletrici. La spasticità è la conseguenza di traumi,ischemie (sofferenza di un tessuto,ad esempio del cervello o dell'intestino,provocata da carenza di ossigeno,a sua volta conseguente ad un insufficiente afflusso di sangue),malattie infiammatorie o degenerative (come la sclerosi multipla,malattia degenerativa del sistema nervoso,che provoca difficoltà di camminare,perdita dei movimenti e cecità conseguenti ad un'alterazione del rivestimento delle fibre nervose) che colpiscono in cervello o il midollo spinale. Chi ne è affetto presenta gravi difficoltà motorie ed è solitamente costretto a posizioni obbligate. Per la terapia si ricorre alle tecniche di riabilitazione fisica ed all'uso di farmaci che rilassano i muscoli. Queste cure,però,sono inefficaci in caso di spasticità severa.