E' l'insieme delle cure che vengono adottate per un soggetto inabile allo scopo di metterlo nelle migliori condizioni di funzionalità ed autonomia. La riabilitazione è realizzata in tre fasi: rieducazione,riqualificazione e reinserimento. La rieducazione è predisposta dopo aver analizzato esattamente il deficit (fisico,psichico o sensoriale) del paziente e della causa che ha generato tale deficit. Altro dato importante è l'età del paziente. Si tratta di un insieme di tecniche mediche,chirurgiche e di rieducazione allo svolgimento delle funzioni "perse",finalizzate al recupero degli organi compromessi o a che altri organi (detti sussidiari) possano svolgere le funzioni dei primi sostituendosi ad essi. Fra i servizi che attuano la rieducazione spicca la fisioterapia (recupero delle funzioni di persone colpite da disturbi della motilità),che deve essere eseguita da personale specializzato e con l'ausilio di opportune attrezzature. Talvolta,esaurite le possibilità di recupero offerte dalla rieducazione,si rende necessario l'uso di protesi od altri ausili,che sostituiscono un organo od una funzione persi. La riqualificazione è finalizzata a che il paziente inabilitato sviluppi le capacità fisiche,mentali e sensoriali necessarie per svolgere un lavoro. Anche in ciò si fa ovvio riferimento al tipo di deficit ed alle cause che lo hanno generato ed anche in questa fase potranno assumere particolare rilievo le protesi e gli ausili per lo studio (lettura e scrittura) e per il lavoro (macchine con particolari adattamenti). Il reinserimento nella società è lo scopo primario della riabilitazione. A tal fine è necessario preparare l'inabile oltre che fisicamente,psicologicamente,sì che egli sappia vincere il senso di timore nell'affrontare individui "diversi" da lui. I servizi sociali operano in tal senso,provvedendo (o almeno favorendola) all'eliminazione delle cosiddette barriere architettoniche (tutto ciò che nel privato o nel sociale possa impedire lo svolgimento delle normali funzioni) e supportando il soggetto sul piano fisico,funzionale,sociale ed emozionale.