Endoscopia particolare,che consente di esaminare la cavità del peritoneo,che è una membrana formata da due strati (quello esterno rivestente le pareti interne della cavità addominale,quello interno ricoprente gli organi dell'apparato digerente) responsabile sia del mantenimento sempre nella medesima posizione degli organi interni,sia del loro movimento durante la digestione. Per eseguire una laparoscopia,dopo aver sottoposto il paziente ad anestesia locale,si insuffla aria nella cavità peritoneale e si esegue una laparotomia (cioè una piccola incisione della parete dell'addome),attraverso cui introdurre il tubo endoscopico. La laparoscopia è utilizzata a vari scopi: per esaminare la superficie degli organi addominali,eseguire interventi chirurgici,iniettare liquidi opachi ai raggi X nella cistifellea,ecc..