Malattia dovuta ad un'incompatibilità tra il sistema immunitario della madre e quello del figlio che dovrà nascere. L'incompatibilità feto-naterna provoca l'eritroblastosi fetale (una particolare anemia che può colpire un neonato al momento della nascita in associazione con l'ingrossamento del fegato e della milza,l'ittero ed un gonfiore generalizzato) e,talvolta,l'aborto spontaneo. Se la madre ha sangue di gruppo 0 ed il feto ha sangue di gruppo A,B o AB,la madre sviluppa anticorpi contro i globuli rossi del figlio provocandone la rottura (emolisi). Inoltre,se la madre ha un fattore Rh-negativo ed è fecondata da un uomo avente fattore Rh-positivo,concepisce un feto con fattore Rh-positivo,verso il quale produrrà anticorpi. E' importante che durante il parto il sangue della madre e quello del bambino non vengano a contatto. Indispensabile visita ginecologica.