CHE COS'E': Esame di laboratorio di analisi cliniche. Consiste nella determinazione della quantità di fibrinogeno presente nel sangue. Il fibrinogeno è una proteina fondamentale perché si abbia la coagulazione (solidificazione del sangue). Prodotto dal fegato,è trasformato da un'altra proteina (trombina) in fibrina (anch'essa una proteina),che forma una specie di rete,nella quale restano bloccate le cellule del sangue. L'esame è indicativo per la valutazione della funzionalità epatica (vale a dire del fegato) e per eseguire la diagnosi e seguire la terapia in caso di coagulazione intravasale disseminata,una malattia causata da un'anomalia nel meccanismo della coagulazione,che provoca emorragie in tutto il corpo sempre più gravi e difficili da controllare. VALORI: Valore normale: 180-350 mg/dl. Il contenuto di fibrinogeno nel sangue aumenta negli stati infiammatori,nelle infezioni,in caso di tumori,in seguito ad interventi chirurgici,durante la gravidanza ed in caso d'assunzione di alcuni contraccettivi orali. Diminuisce,invece,in casi di epatopatie (malattie del fegato) gravi,oltre che nella coagulazione intravasale disseminata.