É una malattia dell'occhio caratterizzata dall'aumento della pressione interna. Comporta l'indurimento del globo oculare e la dilatazione della pupilla,mentre il cristallino (la lente naturale dell'occhio) assume una lieve colorazione verde-azzurra. Si distinguono una forma primaria,che si verifica senza l'insorgere di un'evidente lesione ed una forma secondaria,che può essere la conseguenza di altre malattie dell'occhio(cataratta,tumore). Il glaucoma ad insorgenza primaria può manifestarsi in forma cronica (duratura) che interessa entrambi gli occhi,anche se l'evoluzione è più rapida nell'occhio sinistro. I sintomi principali sono: annebbiamento della vista soprattutto di sera e visione di cerchi colorati attorno alle immagini luminose. Il glaucoma di natura infiammatoria,invece,si presenta con un più deciso annebbiamento della vista e con dolori agli occhi e al capo. Il dolore,quando particolarmente forte,può essere accompagnato da nausea,vomito e congestione (arrossamento) delle mucose che rivestono la parte interna delle palpebre e la superficie esterna dell'occhio (congiuntive). La crisi glaucomatosa è transitoria ma lascia una situazione che non ritorna più al livello precedente (diminuzione della vista,restringimento del campo visivo). La terapia può essere medica,con l'uso di colliri capaci di abbassare la tensione oculare e di farmaci che restringono la pupilla,oppure chirurgica. Si consiglia visita oculistica.