Falsa sensazione di movimento del proprio corpo o dell'ambiente circostante. Le vertigini sono causate ad anomalie del senso dell'equilibrio. Possono essere oggettive (il paziente ha l'impressione che l'ambiente circostante si sposti) o soggettive (il paziente ha l'impressione di ruotare in un ambiente fermo,tant'è che non riesce a mantenere la posizione eretta). Le vertigini oggettive durano poco e sono associate a nausea (ovvero alla sensazione di dover vomitare),vomito,sudorazione e tachicardia (vale a dire aumento della frequenza dei battiti del cuore oltre i valori normali). Solitamente sono provocate da infiammazioni o infezioni dell'orecchio (labirintiti),malattie degenerative (in altre parole malattie derivate da un processo di peggioramento) dell'orecchio interno (otosclerosi),artrosi cervicale (che è una malattia reumatica delle articolazioni situate tra le vertebre cervicali),alterazione della circolazione nel labirinto (che è una parte dell'orecchio). Le vertigini soggettive,invece,durano più a lungo e dipendono da stati alterati del sistema nervoso centrale (cioè hanno origine neurologica),come tumori,lesioni vascolari (cioè dei vasi sanguigni),traumi cranici o malattie degenerative del cervello (arteriosclerosi). Si consiglia visita del medico di famiglia,che,nell'eventualità,indirizzerà ad opportuno specialista.