É un disturbo del sonno che induce un individuo ad alzarsi dal letto ed a compiere azioni,pur continuando a dormire. Il sonnambulo non è solamente colui che si alza dal letto,cammina per casa o esce; è considerato tale,infatti,anche chi parla nel sonno. Nella fase di sonno leggero,un soggetto,essendo relativamente sveglio,può essere più sensibile agli stimoli che gli vengono dai sogni e quindi può reagire obbedendo ai comandi della mente che sogna. Nel sonnambulo l'io del sogno riesce a comandare il corpo,il quale non ha coscienza del mondo che lo circonda. Il sonnambulismo si può presentare nei bambini,ma non ha un significato patologico (cioè non è da ritenersi una malattia). Se persiste nell'adolescenza o nell'età adulta,invece,può essere patologico. Tuttavia,anche nell'adulto,essere sonnambulo non significa essere affetto da nevrosi (condizione di disagio e sofferenza,legata generalmente a situazioni conflittuali personali o relazionabili all'ambiente). É utile visita psichiatrica.