Che cosa è:

È una grave malattia infettiva che colpisce le tre membrane che avvolgono l'encefalo (meningi) e il midollo spinale.

Tipi

Comunemente si distinguono due tipi di meningite: la meningite cerebrospinale purulenta e la meningite cerebrospinale epidemica. La meningite cerebrospinale purulenta è una malattia infettiva provocata da un germe (meningococco),che provoca la formazione di pus (materiale contenente cellule e germi morti).

Contagio

Il meningococco entra nel corpo attraverso il naso e la gola (i germi sono proiettati nell'aria attraverso le goccioline di saliva) e di lì attraverso il sangue si sposta alle meningi. Solitamente. Dopo un periodo di incubazione (da 2 a 10 giorni),scoppia la febbre alta (39-40°C),subito seguita dal sintomo tipico della meningite, ovvero una cefalea (mal di testa) molto forte. Subito dopo può comparire il vomito e può verificarsi l'opistotono,cioè la contrazione dei muscoli della nuca e della regione posteriore del tronco che tende ad incurvarsi all'indietro.

La meningite cerebrospinale epidemica è provocata da altri germi (Streptococcus pneumoniae,listeria,ecc.). Può venire diagnosticata con sicurezza solo dopo la puntura lombare,che è un esame attraverso il quale si punge con un ago tra la quarta e la quinta vertebra lombare. Se la puntura riesce,comincia a fuoriuscire liquor (materiale liquido) a gocce; in caso di meningite, la pressione del liquor aumenta. La terapia della meningite è antibiotica. È necessario intervenire tempestivamente per evitare l'insorgenza di complicazioni che toccherebbero irreversibilmente il sistema nervoso. In Italia la vaccinazione contro la meningite rientra tra quelle obbligatorie per i neonati.

Utile visita infettivologica.