La dopamina appartiene alla classe delle catecolamine,sostanze biologicamente attive ricavate dalla tiroxina (amminoacido),che esercitano effetti rilevanti sull'apparato cardiocircolatorio,sul sistema nervoso,sul metabolismo (vale a dire l'insieme di tutti i processi che avvengono in un organismo per la produzione dell'energia),sulla temperatura e sui muscoli lisci. É un neurotrasmettitore,vale a dire una sostanza chimica prodotta dalle cellule nervose e responsabile della propagazione dell'impulso nervoso. Il dosaggio della dopamina può essere eseguito sia sul sangue,sia sulle urine raccolte durante l'arco della giornata (urine delle 24 ore) in un apposito contenitore. Si riscontra una diminuzione dei valori in caso di morbo di Parkinson,una malattia che procura la degenerazione della funzione nervosa. Generalmente,il morbo di Parkinson colpisce i soggetti maschi di età superiore ai 50 anni,si manifesta lentamente e con sintomi poco evidenti ed ha un decorso progressivo,caratterizzato da un graduale decadimento delle condizioni e della qualità della vita. Il sintomo principale è la perdita dell'equilibrio nei movimenti.