Il piede diabetico è una malformazione tipica dei diabetici. Il diabete è una malattia cronica (cioè malattia ad andamento prolungato): a causa di una mancanza di insulina (ormone) l'organismo non è in grado di controllare la quantità di zucchero presente nel sangue. Anche sul piede il diabete può causare,nel tempo,danni severi. A lungo andare,infatti,la circolazione del sangue da e verso i piedi può ridursi,rallentando il processo di guarigione delle lesioni. Siccome i nervi periferici dei piedi possono perdere sensibilità,può capitare di non accorgersi di piccole lesioni e quindi di non curarle prontamente. Ferite non curate possono progredire in ulcere infette,fino a trasformarsi in vere e proprie aree di necrosi dei tessuti. Il piede diabetico causa molti disagi in chi ne soffre ed è difficile da curare: prevenirlo è quindi di fondamentale importanza. Il primo e miglior modo è ottenere un buon controllo della glicemia (livello degli zuccheri nel sangue),attraverso la dieta e la cura che il medico ha prescritto per il diabete. E' bene,inoltre,che i diabetici seguano alcune precauzioni utili per evitare la comparsa delle lesioni al piede: 1) lavare ogni giorno i piedi con acqua tiepida e sapone,avendo poi cura di asciugarli molto bene,soprattutto tra le dita; 2) mantenerli sempre asciutti e puliti; 3) usare creme idratanti,per evitare che si formino tagli e ferite nella pelle secca; 4) non camminare scalzi; 5) usare scarpe comode a pianta larga,chiuse,possibilmente in pelle e calze di cotone o di lana prive di cuciture interne (se ci sono,è meglio indossare la calza a rovescio 6) cambiare spesso calze e scarpe; 7) evitare l'uso di medicazioni o di cerotti che possono irritare la pelle; 8) evitare pediluvi,disinfettanti,tintura di iodio e alcol,perché disidratano i tessuti; 9) evitare il fumo e l'uso di bevande alcoliche; 10) riferire al medico eventuali dolore ai piedi,o sensazione di formicolio,o sensazione di alterazione della sensibilità; 11) in caso di ferita,lavarla ed applicarvi del mercurocromo,coprire con una garza sterile e mostrarla al medico appena possibile; 12) non tagliare né bucare eventuali bolle o vescicole. Un grave rischio di complicazione per un piede diabetico,alla presenza di un'ulcera aperta,è la probabile insorgenza di un'infezione. Ciò,infatti,può essere l'inizio di un processo degenerativo che può determinare l'amputazione del piede. Spesso,quando la prevenzione e la cura della lesione iniziale non sono sufficienti,si rende necessario ricorrere alla chirurgia,che può essere di tipo demolitivo (eliminazione di una parte malata o non vitale del piede) o di tipo correttivo (eliminazione delle deformità che sono a grave rischio di ulcera o che non ne permettono la guarigione). Si consiglia di consultare il medico di famiglia.