Condizione dell'organismo caratterizzata da valori superiori a 10 mmol/l di acido lattico nel sangue associati ad un pH inferiore a 7,3. L'acido lattico è una sostanza che si forma normalmente nel nostro organismo,nella prima parte (glicolisi) dei processi che portano alla formazione dell'energia a partire dagli zuccheri. Si forma ed accumula,inoltre,nei nostri muscoli,quando li sottoponiamo a sforzi intensi e duraturi; è per questo motivo che quando sosteniamo un'eccessiva fatica fisica avvertiamo una sensazione di bruciore a livello muscolare. Durante il riposo passa nel sangue,che lo porta al fegato,che,a sua volta,lo utilizza per "fabbricare" il glicogeno,la sostanza in cui il nostro organismo immagazzina lo zucchero in eccesso,per poterlo utilizzare in caso di necessità. I valori normali nel sangue vanno da 5,7 a 22 mg/dl. Solitamente l'innalzamento dei valori è accompagnato da vari sintomi,sia di carattere generale (nausea,vomito,diarrea e dolore addominale),sia più particolari (crampi,dolori e debolezza muscolare,alterazione della sensibilità e,quando i valori diventano particolarmente alti,anche alterazioni del respiro e del ritmo cardiaco).