Vaccino eseguito contro l'influenza per evitarla in caso di persone particolarmente fragili (anziani,malati,ecc.). Il vaccino è un prodotto impiegato per conferire all'organismo una resistenza specifica a una malattia infettiva (nel caso del vaccino antinfluenzale,l'influenza). L'influenza è una malattia molto contagiosa provocata da un virus,che si ripete ogni autunno e inverno. Il vaccino adatto a prevenire il tipo di influenza che comparirà nell'anno è disponibile dall'inizio dell'autunno. E' quindi necessario pensare per tempo alla possibilità di vaccinarsi per ottenere una buona difesa prima che la malattia si diffonda. Chi deve fare il vaccino? Le persone più a rischio e,dunque,per le quali è consigliabile effettuare il vaccino,sono gli anziani al di sopra dei 65 anni di età e le persone di qualsiasi età con malattie croniche (che,cioè,hanno un andamento prolungato) del cuore o dei polmoni come bronchite (infiammazione dei bronchi),asma (malattia infiammatoria del sistema respiratorio che causa tosse,respiro affannoso e senso di oppressione al torace),enfisema polmonare (perdita di elasticità dei polmoni,causata da un aumento del loro volume) o di altra natura come diabete (malattia determinata da una diminuzione o mancanza di una sostanza detta insulina),malattie renali e malattie del sistema immunitario. Quando si fa il vaccino? L'iniezione va fatta in ottobre o novembre e deve essere ripetuta ogni anno perché l'effetto dura solo sette mesi circa e perché ogni anno compaiono virus con caratteristiche diverse da quelli dell'anno precedente. Come si reperisce il vaccino? Il vaccino è in vendita in farmacia e può essere ottenuto con la richiesta del medico di famiglia,che,tra l'altro,può rilasciare un certificato per ottenerlo gratuitamente se la persona fa parte di una delle categorie a rischio. L'iniezione può essere fatta nei consultori e negli ambulatori dell'ASL di appartenenza,oppure direttamente presso il proprio medico se questi è organizzato per farla. Come si esegue il vaccino? Il vaccino è iniettato sotto la pelle del braccio o nel muscolo della coscia. Esistono delle complicazioni? Talvolta possono comparire effetti collaterali di lieve entità (dolore e arrossamento della zona in cui è stata fatta la puntura o anche malessere,febbre e dolori muscolari). Nelle persone allergiche alle proteine dell'uovo,però,possono comparire reazioni più gravi e,pertanto,per esse la vaccinazione è controindicata. Altre notizie utili: 1) alcuni tipi di vaccino sono sconsigliati per le donne in gravidanza; 2) la vaccinazione deve essere rimandata se il paziente ha la febbre ed è meno efficace se questi assume farmaci contenenti cortisone; 3) per i bambini si esegue una seconda dose ("richiamo") quattro settimane dopo la prima; 4) il vaccino antinfluenzale può essere fatto contemporaneamente ad altre vaccinazioni,ma l'iniezione deve essere fatta sull'altro braccio.