L'allergologia pediatrica è una branca della medicina che s'interessa della prevenzione,della diagnosi e del trattamento delle malattie allergiche nel bambino e nell'adolescente. Un organismo risulta allergico,quando il suo sistema immunitario reagisce in maniera più o meno intensa a particolari sostanze,dette allergeni,con le quali è venuto precedentemente a contatto e verso le quali ha prodotto anticorpi. A livello pediatrico sono particolarmente diffusi i disturbi allergici provocati da alimenti (cioè le intolleranze alimentari),allergeni inalanti come la polvere presente nelle case,i pollini,i peli degli animali domestici,ecc. (ad esempio asma bronchiale e raffreddore da fieno),le punture di insetti (ad esempio le api e le vespe) ed i farmaci. Per l'accertamento della sussistenza di una malattia allergica in un bambino si possono eseguire: 1) prove sulla pelle di vario tipo (ad esempio prick test) per allergeni alimentari,allergeni inalanti,veleno di insetti e farmaci di vario tipo; 2) test di scatenamento o tolleranza ad alimenti,additivi o farmaci; 3) test di provocazione d'organo (il naso,la congiuntiva,ecc. 4) prove di funzionalità respiratoria,comprendenti la spirometria (misura del volume d'aria inspirato o espirato ad ogni respiro) per determinare l'efficienza dei polmoni (da eseguirsi dopo il dodicesimo mese) e la determinazione dell'ossido di azoto inalato per accertare la presenza di asma bronchiale allergica e predisporre un'idonea terapia; 5) la ricerca di particolari sostanze o anticorpi correlabili alle allergie (esame delle IgE del sangue o rast test).