E' un insieme di alterazioni dell'organismo dovute alla presenza di un carcinoide,un tumore raro ed a basso grado di malignità,le cui cellule (cellule argentaffini) producono molte sostanze attive a distanza. Il carcinoide può localizzarsi in ogni parte del corpo,con preferenza per l'appendice e l'intestino tenue. Cresce lentamente e può diffondersi ad altre parti del corpo,dando,cioè,metastasi,che interessano soprattutto il fegato o i polmoni. I sintomi più frequenti sono: scariche di diarrea frequenti,arrossamento della pelle del volto e del torace,crisi di asma (malattia dei bronchi,che provoca forti attacchi di tosse) e lesioni della pelle. A livello intestinale si possono manifestare occlusione (blocco) e sanguinamenti. Si tratta di un tumore raro e difficile da diagnosticare. Allo scopo si eseguono l'analisi dell'acido 5-idrossi-3-indolacetico nelle urine e/o un particolare tipo di scintigrafia (metodica diagnostica che utilizza la proprietà di alcuni organi o tessuti di captare alcune sostanze,preventivamente marcate,cioè rese distinguibili,con isotopi radioattivi,introdotte nella circolazione),detta scintigrafia total body con octreotide marcato. La terapia è chirurgica o anche farmacologica.