Settore della medicina che si occupa di prevenzione,diagnosi e terapia delle malattie di natura allergica a carico del naso e delle vie nasali. Tra le malattie trattate spiccano l'asma (una malattia infiammatoria dell'apparato respiratorio che causa tosse,respiro affannoso e senso d'oppressione al torace) e la rinite allergica (infiammazione delle mucose del naso provocata da alcune sostanze,come i pollini,dette allergeni). Per la cura dell'asma allergica,anzitutto,il paziente deve essere sottoposto ad una serie di esami per individuare eventuali allergeni,ovvero le sostanze responsabili dell'allergia. Quindi,si può prescrivere una cura per ridurre la sensibilità. Infine,possono essere utili gli esercizi respiratori,sotto la supervisione di un fisioterapista,per eliminare i danni prodotti dagli attacchi d'asma sul tessuto polmonare. La diagnosi della rinite allergica può essere effettuata attraverso test cutanei (cutireazione): si applica una goccia di estratto allergenico (cioè della sostanza per la quale si sospetta l'allergia) sulla cute dell'avambraccio,facendola penetrare negli strati superficiali della pelle tramite la punta di un apposito strumento molto piccolo (lancetta sterile in caso di allergia,entro 15-20 minuti dall'esecuzione del test si ha la comparsa di un pomfo (rigonfiamento simile alla puntura di una zanzara). La terapia è farmacologica (cortisonici ed antistaminici). In alcuni casi (riniti stagionali da pollini,erbe e graminacee) si può ricorrere all'immunoterapia specifica,consistente nella somministrazione sottopelle di estratti allergenici specifici a dosi progressivamente crescenti,al fine di ottenere una riduzione dei sintomi. Questa tecnica presenta il rischio di reazioni agli estratti allergenici somministrati,perciò deve essere eseguita da personale medico,che,inoltre,avrà cura di controllare il paziente per almeno mezz'ora successivamente all'iniezione.