Visita medica eseguita dallo specialista in gastroenterologia. Si tratta di una visita molto delicata,sia perché spesso si scontra con il pudore (anche inconscio del paziente),sia perché se il paziente non è perfettamente rilassato e a suo agio può risultare difficile valutare la sua funzione sfinteriale (cioè della muscolatura dell'ano). Se sussistono le condizioni giuste,tuttavia,la visita dura pochi minuti e non è dolorosa. Il paziente sta sdraiato e rannicchiato sul fianco sinistro,mentre il medico esegue la visita in varie fasi: l'ispezione visiva accurata della pelle dell'ano e delle zone che lo circondano,a riposo e sotto "spinta". Alcune manovre come il pizzicamento e lo sfregamento di aghi o pennellini sulla pelle permettono di valutare l'integrità dei riflessi anali. L'esplorazione digitale dell'ano con il dito introdotto dolcemente permette di esplorare il tono sfinteriale,la presenza di eventuali irregolarità o masse anali o rettali. Manovre di "spinta" permettono di valutare il corretto funzionamento dei diversi componenti degli sfinteri anali. Inoltre in questa fase vengono valutati anche la prostata nel maschio e l'utero con gli annessi nella donna. La visita proctologica viene solitamente completata con una anoscopia,che è l'esplorazione dell'ano attraverso un piccolo tubicino in plastica illuminato,che permette di vedere facilmente i primi 6-7 centimetri all'interno dell'ano,permettendo di vedere eventuali lesioni (ragadi,emorroidi interne,ecc.).