Erosione in uno o più punti o completa perforazione della superficie dello stomaco. La prima causa della formazione dell'ulcera è la presenza eccessiva di succo gastrico che "digerisce" e quindi distrugge il muco protettivo della parete dello stomaco,ma sono state attribuite a questa malattia anche delle cause psichiche,ormonali,nervose,allergiche,ecc.. I sintomi che caratterizzano l'ulcera sono: dolore tipico con ricorrenza stagionale (generalmente primavera ed autunno nell'ulcera duodenale il dolore si manifesta sotto forma di crampo o bruciore alcune ore dopo i pasti. Nausea e vomito,la mancanza d'appetito e la paura di dolori determinano una deficienza di alimentazione e quindi dimagrimento. La stitichezza,infine,è un sintomo frequente causato dalla scarsità di cibo introdotto e per la scelta di cibi che non stimolano la contrazione intestinale. Le complicazioni più pericolose sono l'emorragia (sanguinamento dai vasi sanguigni) e la perforazione. In entrambi i casi,i sintomi sono gravi: diarrea o vomito con emissione di sangue di colore scuro,collasso,sudorazione,dolore fitto ed improvviso. L'ultima complicazione è la stenosi (rigida restrizione della parete dello stomaco). Per questo tipo d'ulcera,le uniche misure da adottare sono: seguire una dieta scarsa di grassi,evitare bevande fredde,spezie,caffè e alcolici ed avere una certa tranquillità psicologica. Il fumo è assolutamente vietato. Quando le cure mediche falliscono,si consiglia l'intervento chirurgico (introduzione di un palloncino nello stomaco che blocca la secrezione di succo gastrico,favorendo così la guarigione dall'ulcera) o la crioterapia (tecnica basata sul raffreddamento con azoto liquido,utilizzata per il trattamento o l'eliminazione di lesioni superficiali di varia natura). Si consiglia visita gastroentorologica.